L’intenzione educativa dell’insegnante non giustifica il disagio psicologico subito dall’alunno

Print Friendly

È un comportamento illecito quello dell’insegnante che tende ad umiliare, svalutare, denigrare o violentare psicologicamente un bambino o adolescente, causandogli pericoli per la salute; anche se l’insegnante che l’ha compiuto aveva un’ intenzione educativa e di disciplina. Lo stabilisce una recente sentenza della Corte di Cassazione penale, sez. penale del 10 settembre 2012 n. 34492.

Lascio un commento