Permesso di costruire – requisiti per l’annullamento

Print Friendly

Riscontrando l’illegittimità dell’atto, l’esercizio del potere di annullamento d’ufficio di un provvedimento amministrativo richiede, la valutazione della rispondenza della sua rimozione a un interesse pubblico non solo attuale e concreto, ma anche prevalente rispetto ad altri interessi che mirano sua conservazione in particolare, rispetto all’interesse del privato che ha riposto affidamento nella legittimità e stabilità dell’atto medesimo, tanto più quando un simile affidamento si sia consolidato per effetto del decorso di un rilevante arco temporale. Pertanto è necessario che l’amministrazione espliciti in sede motivazionale la compiuta valutazione comparativa tra interessi contrapposti. Così si è espresso Il T.A.R. della Campania con la sentenza 9 maggio 2013 n. 2393.