Responsabilità extracontrattuale – lesione della reputazione e prova del danno

Print Friendly

La lesione della reputazione, una volta che ne è stata identificata e provata la colpa, sfocia nel danno, in quanto si realizza una perdita di tipo analogo a quello indicato dall’art. 1223 del codice civile, costituita dalla diminuzione o dalla privazione di un valore (anche se non patrimoniale) alla quale il risarcimento deve essere commisurato: intendendo che, provata la lesione della reputazione personale, ciò comporta la prova anche della riduzione o della perdita del relativo valore. Per la liquidazione di questa tipologia di danno occorre fare riferimento al principio equitativo, ai sensi degli art. 2056 e 1226 del codice civile. E’ questo il senso della sentenza del Tribunale di Udine n.194 del 12 Febbraio 2013.