Interessi di mora e clausola contrattuale

Print Friendly

Gli interessi di mora dovuti in caso di ritardato pagamento delle rate contenuti in un contratto di credito al consumo previsti da una specifica clausola a titolo di penale prevista contrattualmente, porta alla sua qualificazione come abusiva ed inefficace in quanto presuntivamente vessatoria, a meno che il professionista non riesca a fornire la prova che essa è stata oggetto di specifica trattativa con il cliente consumatore. Sono queste le conclusioni formulate con sentenza dal Tribunale di Cremona del 24 ottobre 2013 I sezione civile.