Chiusura ufficio postale – Legittimità di un provvedimento

Print Friendly

Il provvedimento di chiusura di un ufficio postale rientra nella giurisdizione del giudice amministrativo. Anche se per Poste italiane gli uffici postali cosiddetti marginali rappresentano verosimilmente un costo elevato, il loro ridimensionamento o razionalizzazione non può avvenire seguendo logiche economiche, senza prevedere valide alternative. Il criterio dell’economicità non può essere assunto a dato assoluto, anche in casi situazioni particolari che sono legate alla conformazione geografica dell’area interessata ed alle distanze chilometriche, che comunque debbono essere valutate con estrema attenzione, rifuggendo da qualunque automatismo. Questo è il principio espresso dal Consiglio di Stato con la sentenza del 6 giugno 2014, n.2873