Segnalazione alla Centrale rischi in caso di insolvenza

Print Friendly

Ai fini dell’obbligo di segnalazione alla centrale rischi bancari che spetta alle banche, il credito può essere considerato in “sofferenza” allorché sia vantato nei confronti di soggetti in stato di insolvenza, anche se non accertato giudizialmente o che versino in situazioni sostanzialmente equiparabili; in particolare, la nozione di insolvenza che si ricava dalle “Istruzioni” emanate dalla Banca d’Italia, non si identifica con quella dell’insolvenza fallimentare, dovendosi piuttosto far riferimento ad una valutazione negativa della situazione patrimoniale, apprezzabile come “deficitaria”, ovvero come “grave difficoltà economica”. E’ il principio espresso dalla Cassazione con sentenza emessa dalla sez. III, 16 dicembre 2014, n. 26361.

Riferimenti giurisprudenziali:

Cass. Civ., Sez. I, 1 aprile 2009, n. 7958