Danni al veicolo e responsabilita’ civile per il fondo stradale ghiacciato

Print Friendly

La necessità di distinguere tra le situazioni di pericolo connesse alla struttura o alle pertinenze dell’autostrada da quelle provocate dagli utenti o da una repentina ed imprevedibile alterazione dello stato della cosa in quanto, solo nella ricorrenza di quest’ultime, potrà configurarsi il caso fortuito tutte le volte che l’evento dannoso si sia verificato prima che l’ente proprietario o gestore abbia potuto rimuovere, nonostante l’attività di controllo e la diligenza impiegata al fine di garantire la tempestività dell’intervento, la straordinaria ed imprevedibile situazione di pericolo determinatasi. Solo in questo caso è configurabile la responsabilità per cosa in custodia, disciplinata dall’art. 2051 c.c. a carico dell’ente proprietario della strada. Questo principio, già espresso dalla Cassazione, e’ stato ribadito dalla Corte con la sentenza sez. II del 27 marzo 2015, n. 6245.