E’ nulla nella locazione commerciale la clausola che prevede l’aumento Istat al 100%

Print Friendly

La Legge n. 392 del 1978, articolo 32, ha carattere imperativo e, come tale, non derogabile in senso sfavorevole al conduttore, sia in ordine alla misura dell’aggiornamento del canone (non superiore al 75 per cento) sia in ordine all’onere della preventiva richiesta da parte del locatore. L’aggiornamento in misura del 100 per cento dell’indice ISTAT e l’esclusione della necessita’ della previa richiesta da parte del locatore costituiscono clausole in contrasto con la Legge n. 392 del 1978, esattamente con gli articoli 32 e 79. Infatti tale legge ha carattere imperativo e non è derogabile in senso sfavorevole al conduttore, sia in ordine alla misura dell’aggiornamento del canone, che non deve essere superiore al 75 per cento, sia in ordine all’onere della preventiva richiesta da parte del locatore. E’ quanto previsto da una recente ordinanza della Cassazione n.4656 del 9 marzo 2015.