Donazioni e lesioni dell’asse ereditario

Print Friendly

La Corte di Cassazione con la sentenza 6636 del 2015 ha affermato che le somme donate dallo scomparso “de cuius”, mentre era ancora in vita a favore di uno degli eredi ledendo l’asse ereditario, non erano semplici alimenti ma vere e proprie donazioni; Pertanto non ha rilevanza la testimonianza di un contratto di donazione non stipulato tra le parti processuali, ma tra l’erede e de cuius.