I Giudici accolgono piano del debitore per sovraindebitamento, senza contestazione dei creditori

Sovraindebitamento
Print Friendly

Il Giudice del Tribunale di Bergamo con il decreto di omologazione dell’accordo n. 25 sez. II civile del 31/03/2015 ha rilevato nel caso in questione, l’assenza di contestazioni da parte dei creditori e prendendo atto della capacità economica del debitore, procedeva all’omologa del piano affermando che la fattibilità del piano è desumibile dalla coerenza dei suoi contenuti concreti ed è attestata dalla relazione definitiva dell’OCC (Organismo di composizione della crisi) sotto la propria responsabilità; relazione che deve considerarsi analitica, esaustiva e coerente, priva di contradditorietà in quanto tale rispettosa del soddisfacimento dei creditori concorsuali.
Pertanto il Giudice eve solo accertare la sussistenza dei requisiti soggettivi e oggettivi nonché l’assenza di “ragioni ostative all’omologazione” quali ad esempio atti in frode alla legge o ai creditori.