Sulla sospensione della patente a punti decide il giudice ordinario

Print Friendly

La sentenza n. 15573 del 2015 Cassazione civile Sezioni Unite, pone definitivamente la parola fine alla querelle, circa la giurisdizione applicabile in ordine alle impugnazioni di provvedimenti connessi all’azzeramento del punteggio delle patenti di guida, in esito alle decurtazioni derivanti da violazioni del Codice della Strada. La Corte di Cassazione a Sezioni Unite, con questa sentenza, ha confermato pienamente l’orientamento giurisprudenziale che rileva da tempo ormai la netta differenza tra il provvedimento di revisione della patente da esaurimento punti e quello derivante da dubbi circa l’idoneità tecnica alla guida, sicché l’impugnazione del primo è di competenza del Giudice Ordinario e quella del secondo del Giudice Amministrativo.