Maltrattamenti in famiglia – Convivenza – Famiglia

Secondo la Corte di Cassazione, ai fini della configurabilità del reato di maltrattamenti in famiglia, non assume  rilievo  che l’azione delittuosa sia commessa ai danni di una persona convivente “more uxorio”, precisando che il richiamo contenuto nell’art.572 cod. pen. alla

Questo contenuto è riservato ai membri iscritti del sito. Se sei iscritto, effettua il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In