Mutamento di destinazione d’uso

La sentenza n. 1444 del 2015 del Consiglio di Stato definisce  il mutamento di destinazione d’uso di un fabbricato che si ha per effetto del passaggio da una categoria funzionalmente autonoma dal punto di vista urbanistico ad un’altra e si traduce in un differente carico urbanistico, con la precisazione che lo stesso a volte avviene senza la realizzazione di opere a seguito del mero mutamento d’uso dell’immobile, altre volte si caratterizza per la realizzazione di quelle opere in assenza delle quali l’immobile non può soddisfare quella diversa funzionalità che comporta il trapasso da una categoria funzionalmente autonoma dal punto di vista urbanistico ad un’altra. Pertanto il mutamento di destinazione d’uso che riguarda un immobile si può avere corso solo nel rispetto della disciplina urbanistica vigente.

Questo contenuto è riservato ai membri iscritti del sito. Se sei iscritto, effettua il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In